Image

Nuove tariffe post-Riforma Cartabia e criteri esplicativi

La normativa sulla mediazione, conciliazione e negoziazione assistita (v. D.Lgs n. 28/2010 e ss modd), è stata oggetto di ampie modifiche in seno alla cd Riforma Cartabia v. D. Lgs n. 149/2022, in particolare riferite alle modalità di svolgimento del procedimento di mediazione, all’introduzione di ulteriori materie rispetto alle quali lo svolgimento della mediazione è condizione di procedibilità della domanda giudiziale ai sensi dell’art. 5 comma 1 del D. Lgs 28/2010 riformato, e, infine, al calcolo delle spese delle procedure di mediazione.

Il nuovo regime delle spese della mediazione stabilito dalla Riforma Cartabia, come indicato nel D.M. 150/2023, entrato in vigore il 15.11.2023, prevede i minimi e massimi entro i quali gli Organismi di Mediazione possono stabilire le proprie tariffe.

Lo scorso dicembre, il Nuovo Tariffario dell’Organismo Veronese di Mediazione Forense, con tabelle ancora una volta distinte, a seconda se si tratti di mediazioni che costituiscono condizione di procedibilità della domanda ai sensi dell’art. 5 comma 1 del D. Lgs 28/2010 riformato (= obbligatorie / demandate / previste da clausola contrattuale), oppure mediazioni volontarie (= facoltative), è stato pubblicato nel sito dell’O.V.M.F. (v. homepage, barra dei menu a tendina “tariffari”, bottone “tariffario post Riforma Cartabia”); in adeguamento all’impostazione della nuova normativa, nelle nuove tabelle erano stati indicati gli importi tariffari dovuti al netto dell’IVA (al 22%).

Al fine di agevolare e semplificare il lavoro di tutti, oggi il nuovo “tariffario Post riforma Cartabia” che trovate pubblicato nel sito, è stato modificato inserendo nelle tabelle gli importi comprensivi anche dell’imposta dovuta.

Si precisa che nella prima tabella del nuovo tariffario, sono indicati in grassetto gli importi che ciascuna parte o centro di interessi, a seconda del valore della vertenza, è tenuta a versare all’Organismo al momento della presentazione della domanda di mediazione, o della dichiarazione di adesione. 

Tutti gli iscritti sono invitati a prendere buona nota dei criteri esplicativi e dell’informativa sulle nuove tariffe post-Riforma Cartabia, pubblicate in una con le tabelle di cui sopra; scorrendo il menù a tendina alla voce “tariffari”, potranno essere inoltre visionate le informative sulle nuove regole introdotte dalla Riforma riguardanti credito d’imposta e agevolazioni e benefici fiscali, così come sulle nuove regole previste per le ipotesi di patrocinio a spese dello Stato.